Buona la prima per il debutto dello spettacolo di produzione della stagione 2019 del Teatro Mandanici di Barcellona Pozzo di Gotto. Regista Sasà Neri, organizzatore e docente di teatro per i giovani. Gli attori quasi tutti alla prima esperienza, ragazzi talentuosi del territorio, selezionati lo scorso gennaio, hanno dimostrato sul palco grinta, gioia e passione per la recitazione.

Una commedia musicale, durante la quale si sono susseguiti canti e prosa, con un linguaggio semplice e tematiche attuali. Tanti i messaggi educativi: “non si colpisce chi si ama, non si usa violenza su una donna, l’importanza dell’amicizia come bene prezioso di ogni uomo, l’importanza della verità che viene sempre alla luce”.

Una rivisitazione del romanzo I tre moschettieri di Alexandre Dumas, fatta rivivere per alcuni tratti in zone collinari del territorio Barcellonese e in una delle zone più antiche “Pozzo dei Goti” che ha fatto la storia della città del Longano.

 

Scommessa vinta – ha sottolineato alla fine della diretta, Lucio Catania, dirigente dell’ufficio teatro. Tanta energia, tante emozioni frutto anche del duro lavoro che dopo cinque mesi di laboratori salpa sul palcoscenico.

 

 

 

Un investimento e un progetto dell’amministrazione comunale sul futuro dei giovani, con l’obiettivo, andato a segno, di far emergere il talento, una scintilla d’amore per l’arte e la cultura. Tra canti e balli, battute e colpi di scena, encomiabile la partecipazione di Roberta Macrì, artista autoctona in carrozzina, che ha interpretato la regina di Francia. Particolarmente apprezzati, a suon di appalusi del pubblico, per la loro forte presenza scenica Salvatore Cilona, nelle vesti del cattivo Alvarez, Mahamadou Traore, in Aramis, e Aurora Pettineo, la spadaccina Fortezza. L’impegno, la bravura e la gioia hanno guidato le esibizioni di tutti quanti. Ad accompagnare tutte le musiche live la Banda musicale Placido Mandanici e la band composta da Giulio Decembrini al piano, Riccardo Ingeneri a Basso e chitarra e Andrea Trovato alla batteria. Hanno contribuito al buon esito dello spettacolo: Leonardo Mercadante, autore del testo, Titti Galasso  e Giulia Alesci a costumi e oggetti di scena, Simone Lo Presti al sound.