la sonnambula bellini
Mercoledì 25 maggio 2016 il Teatro Massimo Bellini di Catania mette in scena la prima di La Sonnambula di Vincenzo Bellini.
Oltre all’esecuzione del melodramma sotto la direzione di Sebastiano Rolli, l’appuntamento all’ente lirico etneo sarà occasione di apprezzare l’eccellenza italiana nel campo della scenografia, stante che le scene riproducono il progetto ideato da Alessandro Sanquirico nel 1831.
Spiega l’architetto Alessandra Pagliano: “Ad Alessandro Sanquirico, il più famoso degli scenografi operanti alla Scala di Milano all’inizio del XIX secolo, si deve la scelta singolare di tenere in ombra gli elementi architettonici in primo piano, al fine di convogliare lo sguardo degli spettatori verso i luminosi scorci prospettici dei fondali riccamente dipinti, anticipando la radicale svolta operata in seguito dall’invenzione dell’illuminazione elettrica, che permise un veloce oscuramento della sala durante le rappresentazioni: il pubblico, totalmente immerso nel buio, poteva finalmente godere di una perfetta illusione, concentrando l’attenzione unicamente sulla scena. La pressante ricerca di un perfetto realismo spinse gli scenografi ad adottare con sempre maggior frequenza scenari costituiti da elementi plastici, al fine di creare uno spazio nel quale gli attori potessero liberamente agire senza denunciare l’illusione prospettica in atto. L’illuminazione elettrica, inoltre, poneva urgentemente la necessità di una maggiore accuratezza nella realizzazione dei fondali dipinti, fino ad allora fortemente suggestivi proprio perché lasciati nella penombra del palcoscenico barocco”.
Le creazioni di Alessandro Sanquirico collocarono la scuola milanese di scenotecnica tra le maggiori in Europa in ambito neoclassico.
DATE E PROTAGONISTI
Mercoledì 25 Maggio 2016 – ore 20.30
Giovedì 26 Maggio 2016 – ore 17.30
Venerdì 27 Maggio 2016 – ore 20.30
Sabato 28 Maggio 2016 – ore 17.30
Domenica 29 Maggio 2016 – ore 17.30
Martedì 31 Maggio 2016 – ore 17.30
Mercoledì 1 Giugno 2016 – ore 17.30
Sebastiano Rolli direttore
Alessandro Londei regia e scene
Gaetano Costa maestro del coro
Veronica Patuelli costumi
Salvatore Da Campo luci
Amina, orfanella raccolta da Teresa, fidanzata ad Elvino
Irina Dubrovskaya – Gilda Fiume
Elvino, ricco possidente
Jesus Leon – Christian Collia
Lisa, Ostessa
Giulia Semenzato – Eleonora Cilli
Il Conte Rodolfo
Dario Russo – Andrea Comelli
Teresa, mugnaia
Sonia Fortunato
Alessio
Alessandro Vargetto
Un notaio
Riccardo Palazzo
Villici
Orchestra e Coro del Teatro Massimo Bellini.