Sino al 23 ottobre 2016 il Castello Ursino di Catania ospita il Museo della Follia. Si tratta del progetto culturale ideato dall’art promoter Gianni Filippini e  realizzato dal critico d’arte Vittorio Sgarbi, con la consulenza scientifica di Augusto Agosta Tota presidente del Centro Studi e Archivio Ligabue di Parma.
L’aspetto più interessante della mostra è rappresentato dall’esposizione di 87 opere di Antonio Ligabue e 26 di Pietro Ghizzardi.
Usando le parole di Sgarbi, Tota e Filippini, al visitatore di Catania Il Museo della Follia offre la “preziosa occasione per incontrare lo storicizzato e conoscere l’inedito, lasciandosi irretire dall’arte di due rappresentanti del Novecento italiano, che con aria allucinata, senso della natura, sono stati capaci di una strenua lotta, anche quando appariva perduta nelle nebbie della follia”.

 

autori