Il Teatro dei Naviganti torna ad ospitare Silvina Alfie, artista Argentina poliedrica e meravigliosa, che collabora col Teatro dei Naviganti dal momento della sua fondazione.

Dopo averla ammirata come attrice in passato, avremo la possibilità di vederla impegnata nella regia di questo spettacolo che arriva in Italia dopo avere debuttato a Buenos Aires nel mese di ottobre. In scena la performer Mache Figini sabato 9 e domenica 10 alle ore 21,00.

Silvina Alfie inoltre terrà ai Magazzini del Sale un workshp intitolato LA PRESENZA COME TESSITURA DELL’ANIMA
Un canale per dare corpo alla connessione tra il cielo e la terra che si terrà nei giorni 12 e 13 novembre, sempre ai Magazzini: a partire dalla carta natale di ciascun partecipante si metteranno in connessione vari linguaggi simbolici; cosa che permetterà di conoscere come è costituito il  corpo energetico, quello mentale, emozionale e fisico; strumenti fondamentali nel lavoro dell’attore,  che gli consentono di  trasmettere attraverso il canale creativo diversi personaggi partendo dalla loro essenza.


ELLAS EN MIcon Mache Figini e Regia di Silvina Alfie

Uno spettacolo/esperienza teatrale nel quale le artiste riuniscono gli archetipi femminili che albergano in una unica donna, le voci femminili della nostra storia familiare e culturale.
La ricerca nell’arte scenica riunisce le due artiste argentine mescolando teatro, danza, arte plastica, costumi. Le due approcciano un lavoro scenico che intreccia la loro ricerca intorno all’astrologia ed alla guarigione energetica. Lo spettacolo è mosso da alcune domande: chi siamo? Quale è la nostra destinazione, i l nostro scopo? Cosa è una donna? Cosa ci rende donne? Cosa ce ne facciamo della nostra sensibilità? Che immense forze ci abitano e mettiamo a tacere? Cosa facciamo della nostra oscurità? Come possiamo conciliare la luce e l’ombra che ci abitano? Lo spettacolo approfondisce il linguaggio simbolico che ci mette in connessione con gli elementi che costituiscono l’universo, per potere illuminare zone ancestrali che ci aiutano a comprendere le diverse sfaccettature femminili che compongono il nostro essere.
Mache Figini incarna vari personaggi : dalla divinità femminile alla donna anziana, alla bambina: come se per un momento potesse prendere forma tutto il femminile ed il poetico di cui si materia la donna.