Secondo appuntamento della rassegna “Bodies & Faces” organizzata, alla Art Gallery Fadibè di Messina, dalla storica e critica d’arte Maria Teresa Zagone.

Un percorso creativo organizzato in modo da far dialogare le opere di tre artisti, due siciliani, Giuseppe Pizzardi e Salvo Rivolo, e una pugliese, Jara Marzulli, sul tema “Corpi e volti”, affiancandone la sensibilità pittorica e l’interpretazione, non convenzionale, di arte figurativa.

Tutto ciò accade Art Gallery Fadibè, un ritrovo d’arte, nato quasi un anno fa dalla passione di Fabio Di Bella e Carmen Saija. Un atelier, luogo di incontro per gli amanti della bellezza e di supporto, soprattutto, per i giovani talenti. Tre stanze, ma uno spazio che può dilatarsi verso l’infinito, se si è trasportati dal racconto dei quadri.

Con Jara Marzulli, protagonista dell’esposizione sino al 31 marzo, l’incantesimo accade!

Ha la capacità di riprodurre il visibile facendo parlare l’invisibile in sottofondo. Sono donne e bambini i soggetti più rappresentati, un punto di partenza – apparentemente semplice – proiettato verso mete imprevedibili e complesse.

Ciò che si vede è riproduzione della realtà, ma sino ad una sottile linea di confine, semplicissima da superare, oltre la quale si sciolgono i vincoli di senso o di logica.

Di lì, si procede attraverso strade ricche di immaginazione e di domande, che rimangono sospese nelle atmosfere velate di inquietudine create dall’artista barese.

Dal broncio di un bimbo per l’”Ultima fiaba” alla sensualità di Adamo ed Eva, da un quadro all’altro Jara Marzulli racconta, attraverso “corpi e volti”, un universo visionario, ricco di sfumature e di magia.

L’esposizione è fruibile tutti i giorni dalle 17.00 alle 20.00. Su appuntamento in altri orari e giorni.