La ribellione di una poesia è il componimento della blogger taorminese Carlotta Bonadonna. Sarà pubblicato nell’antologia Il Federiciano, giunta alla decima edizione.

 

La ribellione di una poesia

 

Le parole hanno un valore.

Parole storte, leggere, maliziose.

Parole che con niente ti trafiggono il cuore,

parole che con molto ti scoppiano nell’umore.

 

A volte le butti come se fossero prive di emozione.

Ogni sillaba è tensione ed eccitazione.

Hai giocato con me, usando lettere di dolore.

 

Io sono forte,

le parole che mi hai gettato addosso come se fossi un sacco rotto, come vetro tagliante mi hanno rotto.

 

Ma io sono forte,

e vedrai che col tempo ogni gesto stressante

sarà un insieme di sassi pesanti,

che si insinuano nella notte calante.

 

Parole a senso unico, parole a doppio senso, parole con non senso.

Tu non sapevi usarle e nemmeno dosarle

Ma soltanto sfruttarle.

 

Ma io sono forte

Le parole che mi hai gettato addosso come se fossi un sacco rotto, come vetro tagliante mi hanno rotto.

 

Ogni parola ha un suo colore, un’onda e un’armonia ma tu non sapevi creare nessuna melodia.

 

Le tue parole mi hanno ucciso,

ma oggi ti rispondo come, io, poesia

preziosa e orgogliosa

che non c’è peggior parola che quella silenziosa.