Venerdì 10 maggio 2019, il Teatro Massimo Bellini di Catania mette in scena Madama Butterfly, di Giacomo Puccini su libretto di Luigi Illica e Giuseppe Giacosa.
Si tratta di un nuovo allestimento, con la regia di Lino Privitera (catanese, al suo debutto registico nell’ente lirico etneo), coreografia di Alfredo Corno, direzione di orchestra di Gianna Fratta; il primo cast vede Daria Masiero nel ruolo di Cio-Cio-San (Madama Butterfly), e Raffaele Abate in quello di F.B. Pinkerton.
“Acconsentendo di affidare alle cure della nuova moglie americana il figlio avuto dall’ufficiale Pinkerton, Madama Butterfly tradisce la sua etica imperniata sulla perpetuazione della discendenza familiare, e viene meno al dovere di mantenere vivo il culto degli antenati annullando se stessa nella morte”.
A proposito di identità cultura, durante le prove dello spettacolo abbiamo registrato il punto di vista della direttrice Gianna Fratta, che ci risponde: “Le identità andrebbero preservate”. Nel video, la risposta integrale.

Nella foto di copertina, bozzetto e figurino di Alfredo Corno