La manifestazione “Notte Bianca”, organizzata dal Comune di Aci Castello sabato 15 settembre, ha visto la partecipazione tra gli altri dell’arpista e cantante Ginevra Gilli. Accompagnata da Alessio Correnti al violino e al traversiere, il concerto di Ginevra Gilli, di origine catanese, ha offerto un repertorio di composizioni medievali, rinascimentali e barocche di suggestiva atmosfera notturna, nella corte di pietra lavica del Castello di Aci.
La “musica antica” è l’antesignano del giornale di notizie: “Usciti dai teatri e dalle sale dei grandi ed avviandosi nelle strade, sostando nelle piazze, gli istrioni assolsero pure un utile compito sociale, col diffondere notizie dei grandi e piccoli avvenimenti storici, quasi viventi e ambulanti gazzette. Gente interessante per il loro repertorio di canti, più ancora di cose viste e sentite, non v’è alcun dubbio che l’arrivo d’uno di costoro in un isolato maniero medievale, chiuso e impenetrabile alla vita esterna, dovesse costituire un avvenimento”.
Il concerto di Ginevra Gilli è stato un piccolo miracolo per Acicastello, e qui ci riferiamo alla capacità di attrarre nel sito storico un pubblico variegato per segmenti di appartenenza, ovvero fatto sia di famiglie con bambini, sia di studenti sia di anziani.