Il Caffè Letterario della Taomoda Week anche quest’anno si è svolto all’interno della programmazione dell’evento con la presenza di Catena Fiorello  in veste di presentatrice e moderatrice di ospiti  e scrittori; l’autrice è reduce del successo ottenuto al Taormina Film Fest 2019 con il suo romanzo “Picciridda” divenuto film e proiettato durante il festival. Il lungometraggio ha ottenuto diversi premi e consensi da parte del pubblico e giornalisti.


L’appuntamento letterario di Taomoda
  ha celebrato quest’anno i 200 anni della nascita della bicicletta con un’ospite d’eccezione, Ludovica Casellati, autrice del libro edito da Sperling & Kupfer intitolato “LA BiCi della Felicità”, soprannominata “Lady Bike” per la sua attività di editore del blog “viaggiinbici.com”. La scrittrice ha raccontato la sua storia, il suo amore per la bicicletta, il suo “arrivo” a questo mezzo e cosa voglia dire per lei vivere questa passione.
Ludovica Casellati sarà in tour per presentare il suo libro da sportiva,  non da agonista, trattando il mezzo come uno strumento terapeutico e di benessere proprio nell’anno in cui ricorre, come già detto, il 200esimo anniversario del più antico mezzo a due ruote (il 26 giugno 1819 a New York W. K. Clarkson registrò il primo brevetto per un “Velocipede”negli Stati Uniti).
Ha partecipato alla presentazione anche la psicologa e psicoterapeuta Vera Slepoj,
scrittrice di numerosi saggi e autrice di un capitolo del libro “La bici della felicità”.
L’evento si è svolto il 18 luglio nella suggestiva terrazza dell’Hotel Excelsior di Taormina. Organizzato da anni dalla direttrice artistica di Taomoda Agata Patrizia Saccone, in collaborazione con l’Associazione “arte&cultura a Taormina, presieduta da Maria Teresa Papale.
In occasione dell’evento abbiamo incontrato Catena Fiorello per una breve video intervista e scoprire cosa è successo durante la presentazione e cosa aspettarci da “La bici della felicità”.

Catena Fiorello è una scrittrice siciliana. Per Rizzoli sono usciti Casca il mondo, casca la terra nel 2011, Dacci oggi il nostro pane quotidiano nel 2013 e Un padre è un padre nel 2014; per Baldini & Castoldi Un amore fra le stelle nel 2017. Il suo romanzo L’amore a due passi (Giunti 2016) ha ottenuto un grande succes­so di pubblico, confermato da Picciridda (Giunti 2017), dal quale è stato tratto un film. a breve nelle sale cinematografiche. Tutte le volte che ho pianto (Giunti 2019) è il suo ultimo romanzo entrato in classifica già dalle prime settimane di uscita.
Ludovica Casellati, ha una laurea in legge in tasca e una lunga esperienza da manager nel mondo della tv e della pubblicità quando, nel 2012, improvvisamente decide di lasciarsi tutto alle spalle per dedicarsi a tempo pieno alle sue grandi passioni: la scrittura, i viaggi e la bici. Nel 2013 fonda il magazine online 
viagginbici.com, e da allora inizia una nuova vita da giornalista su due ruote, arrivando a essere identificata in rete come «Ladybici». Ha ideato e organizza, tra le altre cose, l’Oscar italiano del cicloturismo con Cosmobike Show e l’Urban Award con l’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (Anci). Nel 2017 lancia Luxurybikehotels.com, il portale dove raggruppa gli hotel che offrono servizi di lusso ai ciclisti. Da settembre 2018 è anche editore di Viaggi del Gusto (vdgmagazine.it). Ama pedalare, non correre.
Vera Slepoj, psicologa e psicoterapeuta, laureata in psicologia all’Università di Padova, già membro di tutte le commissioni ministeriali per l’attivazione dell’ordine professionale, presiede la Federazione italiana psicologi e l’International Health Observatory. Autrice di numerose pubblicazioni scientifiche, vive e lavora tra Padova e Milano. Ha pubblicato diversi saggi.