Una lunga attesa” di Fabrizio Romagnoli disamina quattro casi di ergastolo.
Nicola Costa ha curato la regia della messa in scena alla Sala Chaplin di Catania dal 3 al 5 maggio 2019, con la performance attoriale di Elisa FrancoCarmela Sanfilippo, Viviana Toscano e Alice Sgroi. L’autore ripercorre il tempo che precede la caduta alla pena perpetua per aver commesso l’uccisione volontaria: il denaro facile della prostituta d’alto bordo prima che un cliente la rendesse madre; la scoperta della diversità sessuale che finisce per scontrarsi con l’omofobia; la delusione dell’aspettativa di un amore unico e indissolubile; l’avvilimento del prossimo a un oggetto di godimento in un approccio che si spaccia per affetto. Nello sguardo retrospettivo del testo, vittime e carnefici si sovrappongono, così che il vero protagonista della storia è la società iperconsumista, fondata sulla sessualità intesa come soddisfazione egoistica; una società nevrotica, che confina soprattutto la donna dentro “una prospettiva erotica che la costringe veramente in una situazione di inferiorità rispetto all’uomo”.
“Una lunga attesa” è il veleno prodotto dalla società contemporanea, dove anche l’amore è ridotto a un gioco tra stimolo e soddisfazione. Citando lo psichiatra Gianfrancesco Zuanazzi, “i giovani che ostentano il ciondolo beat con la scritta Faccio l’amore e non la guerra, non si accorgono di aver soltanto cambiato obiettivo alla loro aggressività”.
L’occasione di Una lunga attesa offre lo spunto di rimandare alle riflessioni dell’avvocato Isabella Altana sul rapporto tra Legislatore e Norma giuridica, argomentate in occasione della premiazione degli elaborati del concorso “La nuova carta dei diritti della bambina”, che si è svolta a Catania dietro l’organizzazione di FIDAPA (Federazione italiana Donne Arti Professioni Affari) e BPWI (International Federation of Business and Professional Women). Nel video, l’intervento dell’avvocato Isabella Altana.

“Una lunga attesa” Atto unico di Fabrizio Romagnoli
Prodotto da La Carrozza degli Artisti diretta da Elisa Franco
Regia di Nicola Costa
Assistente alla regia – Rosa Lao
Fonico – Letizia Contadino
Costumi – Ariana Talio
Scene – Arsinoe Delacroix e “I servi di scena”
Personaggi e interpreti:
Miky – Elisa Franco
Flami – Carmela Sanfilippo
Vale – Viviana Toscano
Eli – Alice Agroi