la perdita della biodiversità e le conseguenze sul benessere dell’uomo nell’ultimo rapporto dell’Ipbes

10 minuti di Ambiente … in salotto con Bernardino Romano

Il 10 maggio 2019 la Piazza del Campidoglio a Roma si è colorata ed è diventata per un giorno Villaggio per l’educazione ambientale con tanti ragazzi delle scuole, gazebo di enti e associazioni, attività rivolte ai più giovani.

Dal 21 maggio al 6 giugno 2019 in tutto il Paese si terranno centinaia di eventi (convegni, seminari, workshop, mostre, spettacoli, eventi sportivi, presentazioni di libri, documentari) collegati agli Obiettivi di sviluppo sostenibile.

l’ASviS tra i finalisti al Global Festival of Action: il 4 maggio a Bonn la consegna da parte delle Nazioni Unite degli degli SDG Awards a progetti provenienti da ogni parte del mondo

Parlando di “Cambiamenti Climatici e Lotta alla Desertificazione in Sicilia”

Gli scioperi degli studenti che chiedono azioni contro il cambiamento climatico sottolineano l’urgenza di attuare una strategia globale.
Per la prima volta a Roma Greta Thunberg, la giovane attivista che ha ispirato questa mobilitazione mondiale;

il Presidente Nazionale INBAR Anna Carulli ha coordinato i lavori, illustrando, col Presidente di Green Building Council Italia, Giuliano Dall’Ò, la convenzione siglata a carattere nazionale sui corsi di formazione CAM (Criteri Ambientali Minimi) di 16 ore, che verranno presentati in partnership

“10 minuti di Ambiente … in salotto”:Francesco Cancellieri – Presidente Associazione Centro Educazione Ambientale (CEA) Messina onlus e Rosanna Costa – Geobotanica-Vice Presidente Consulta Scientifica dell’Istituto di Ricerca, Sviluppo e Sperimentazione sull’Ambiente ed il Territorio

evento “10, 100, 1000 rapaci sul tuo orizzonte – La Magia dello Stretto di Messina”, organizzato dall’Associazione “Centro Educazione Ambientale (CEA) Messina onlus”. Nella Sala Ovale di Palazzo Zanca è stata illustrata alla stampa l’iniziativa che prevedrà uno stazionamento nel piazzale del Santuario di Dinnamare, in programma per domenica 5 maggio 2019 dalle ore 9:30 alle 11:30

Venerdì 3 e sabato 4 maggio, al Teatro “Salvatore Cicero” di Cefalù si parlerà di best practices, di piani di gestione, di politiche di tutela e valorizzazione, con la convinzione comune che i siti UNESCO, siano attrattori naturali per un turismo curioso, interessato, competente, e lo possano diventare anche per numeri molto alti di viaggiatori.

Si è svolta oggi nella Sala Ovale del Comune di Messina la presentazione della Convention Nazionale INBAR che si terrà dal 3 al 5 maggio al Capo Peloro Resort. I dettagli dell’iniziativa sono stati resi dal Presidente Nazionale Anna Carulli, dal Presidente di ConfCommercio Carmelo Picciotto, dal componente del Comitato Scientifico Nazionale Pino Falzea e dal Presidente della Commissione CAM Nunzia Coppola.

L’Associazione “Centro Educazione Ambientale (CEA) Messina onlus” organizza la 8^ Edizione di 10,100, 1000 rapaci sul tuo orizzonte con lo stazionamento nel piazzale del Santuario di Dinnammare dalle 9:30 alle 11:30 nella giornata di domenica 5 maggio 2019

Ostreopsis ovata è un dinoflagellato (microalga) potenzialmente tossico rinvenuto nelle acque costiere italiane già alla fine degli anni ’90. Da allora la presenza di questa microalga è stata rilevata sempre più frequentemente, con abbondanze massive, soprattutto nel comparto bentonico, in un numero crescente di regioni, fino al verificarsi di vere e proprie fioriture. Apparsa nei nostri mari alla fine degli anni Novanta, oggi è diffusa in quasi tutte le regioni costiere.

Festival degli Aquiloni.Tanti gli stand adibiti da sponsor e partner della manifestazione, tra i quali si segnalano la FAI di Messina, che ha esposto dei pannelli bilingue indicativi delle peculiarità dello Stretto, recanti disegni e poesie e “Carteggi Letterari”, casa editrice locale che ha celebrato la presenza degli aquiloni nell’immaginario collettivo con l’installazione in pali e alberi di 50 testi curati da autori siciliani

Chi meglio di una creatura acquatica come il Pescatore Subacqueo può essere custode e difensore del mare?
Chi meglio di un amante delle nostre coste deve tutelare le nostre spiagge?
Pietro Lanzafame illustra alcune fasi della attività nella spiaggia antistante la Boa Kobold