L’Associazione nazionale della stampa online sarà protagonista a Glocal dove presenterà i nuovi progetti ALocal e Piccoli borghi in collaborazione con Google

Direttiva Copyright: Il rischio di una soluzione alla spagnola dove Google news non esiste più terrorizzava, la soluzione ideata non è perfetta, ma sicuramente garantisce un futuro a tantissime aziende editoriali

Festival LiB: Tra gli ospiti intervenuti sabato Carlotta Bonadonna, collaboratrice di Messinawebtv, ha presentato il suo Blog “Nataliberaweb” in cui parla di arte, cinema, teatro, musica a livello nazionale e regionale, elogiando la forza e l’importanza delle passioni a cui ha dedicato uno scritto

L’Ucsi Sicilia “Unione Cattolica Stampa Italiana” in tutte le sue componenti, appreso l’atto intimidatorio inferto al giornalista Gaetano Scariolo, cronista del Giornale di Sicilia, entrato nel mirino della malavita organizzata per la sua attività giornalistica, esprime vicinanza e incondizionata solidarietà umana.

Si è svolto presso l’Auditorium della Gazzetta del Sud di Messina, alla presenza del Prefetto di Messina e delle Autorità Militari, in occasione della Giornata Mondiale della libertà di stampa, il convegno sul tema Libertà di cronaca, diritto all’oblio e dignità della persona, organizzato dall’Associazione Alumnime, dal Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Messina e dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Messina, con il patrocinio di Ses Gazzetta del Sud – Giornale di Sicilia e dell’Associazione Nazionale Magistrati.

Unione Camere Penali istituisce il ‘Premio per giornalismo e informazione giudiziaria’ intitolato a Massimo Bordin.

Il Presidente dell’ANSO, Giovannelli: «L’Associazione Nazionale Stampa Online raccoglie il percorso indicato dal Governo. Le testate digitali non sono figlie di “un dio minore” ma rappresentano i territori»

La Corte europea dei diritti umani ha condannato l’Italia per aver violato il diritto alla libertà d’espressione del direttore del Giornale, all’epoca dei fatti alla guida di Libero: pur riconoscendo la giustezza della condanna i giudici hanno ritenuto la pena detentiva «manifestamente sproporzionata».

copyright: Si è scelto un muro a muro e ora la parola passerà ai singoli Stati in attesa dell’ultimo pronunciamento del Parlamento a Bruxelles. Rischierà di uscire un brutto pasticcio e per questo chiediamo di abbandonare gli atteggiamenti manichei ascoltando la voce di chi tutti i giorni lavora per informare le comunità locali

Si è svolto stamane, presso la Sala dell’Accademia Peloritana dei Pericolanti, un seminario sul tema “Il giornalista con la schiena dritta. Riflessioni su Mario Francese a quarant’anni dall’uccisione”.

I giornali, cartacei e non, soffrono fortemente per il calo degli introiti pubblicitari ed alcuni componenti del Governo lanciano appelli a “non comprare i giornali” non allineati, in palese contrasto con i principi Costituzionali!
Si tagliano i finanziamenti (diretti ed indiretti) alle aziende editoriali sperando (come nei regimi totalitari) la loro scomparsa per cui spesso gli editori sono costretti a comprimere diritti e compensi ai collaboratori.
Non quindi un comportamento becero degli editori ma la conseguenza di scelte consapevoli e liberticide del Governo del cambiamento che dovrebbe aiutare le aziende e garantire sia la libertà di stampa che i diritti dei lavoratori !

Incontro in Fnsi con Sandro Rutolo, Marilena Natale e, in collegamento telefonico, Paolo Berizzi e Michele Albanese. «Qui portiamo le storie del ‘noi’, non dell’io, perché è il noi che può fare la differenza», hanno ribadito. Lorusso: «Le minacce ai giornalisti, i temi del lavoro e quello delle querele bavaglio al centro del Congresso di Levico. Il governo raccolga il nostro invito e venga a confrontarsi con la categoria».

Il diritto di critica si differenzia da quello di cronaca in quanto non si concreta nella narrazione dei fatti ma nell’espressione di un giudizio o di un’opinione che, come tale, non può essere rigorosamente obiettiva

Enrico Mentana svela i dettagli del suo giornale online che, spiega in un post su Facebook, “sarà gratuito e realizzato da una redazione principalmente composta di Under 30 con venti praticanti giornalisti assunti a tempo indeterminato, scelti tra gli oltre 15mila giovani che si sono candidati dopo i miei post di luglio”

Ribellarsi e resistere ai poteri delinquenziali, come bene ha fatto il direttore Di Girolamo, o alle consorterie politiche non è un diritto ma un dovere per ogni cittadino

la stampa “cane da guardia” della democrazia