L’intervento di Gioveni su MessinaServizi, del quale abbiamo dato notizia ieri, ha aperto un “botta e risposta” che anima le ultime giornate dell’agosto messinese.

Richiesta: correttivi o modifiche ai criteri scelti per l’ammissione alla predetta selezione, che nella fattispecie riguardano in particolare i soli punti 4 e 9 (ossia, rispettivamente, il limite di età a 40 anni e il non essere stato dipendente della MessinaServizi Bene Comune negli ultimi 6 mesi).

Fp Cgil e Uiltrasporti rilanciano con forza l’allarme privatizzazione e chiedono alle forze politiche e sociali in campo di non abbassare la guardia di fronte a quello che è un percorso chiarissimo ormai da mesi e pertanto il Consiglio Comunale solleciti le risposte ai quesiti posti in sede istituzionale

De Luca: A chi accusa l’Amministrazione comunale di ispirarsi al modello Salvini opponiamo la concretezza della nostra azione, che non si limita a vuoti proclami o a mere dichiarazioni clamorose, ma al contrario mette in campo le proprie risorse, per realizzare un programma noto

– Il Video: era opportuno che il Sindaco facesse girare, e postasse sulla propria pagina Facebook, il video con i volti dei clochard, non sarebbe stato sufficiente quello delle cose abbandonate e/o accatastate ?
– Cosa ha fatto il Sindaco per risolvere il problema dei clochard che certo non dormivano lì per il troppo caldo ?

il 3 agosto 2019 abbiamo scritto al Presidente della Regione Siciliana chiedendo l’istituzione della Giornata della Macchia Mediterranea e a breve giro di posta abbiamo avuto notizia che la ns. richiesta è all’attenzione dell’ Assessore all’Agricoltura per gli approfondimenti di competenza

Per la FP CGIL «è il momento di dire basta allo spettacolo indecoroso messo in scena dal sindaco Cateno De Luca nei confronti dei lavoratori di Palazzo Zanca. Pronti ad attivare tutte le forma di lotta sindacale»

La Comunità di Sant’Egidio di Messina, dopo aver espresso preoccupazione per gli esiti della recente ordinanza Sindacale n. 190 del 15 luglio 2019 avente come oggetto “Misure a tutela alla sicurezza urbana e del decoro del centro abitato”, esprime profondo sconcerto per le sue modalità di applicazione.

Seppur tra mille difficoltà tecnico-logistiche, l’organizzatore Claudio Prestopino e la sua Fratellone srl ha realizzato un’edizione che, nonostante paia visibilmente ridimensionata rispetto agli anni passati, vuole trasmettere un’immagine di decoro, pulizia e ordine.

Attuazione di una manovra finanziaria fuori da ogni vincolo e da ogni logica, per farne strumento di una battaglia campale contro l’Unione Europea, ed avviamento di un percorso che dovrebbe portare, in maniera sciagurata, all’ITALEXIT, con un isolamento del nostro Paese a tutti i livelli e con il suo nuovo ruolo (grazie a rapporti già intessuti) di “satellite” di quel nuovo Impero euro-asiatico imperniato sulla “Grande Madre Russia”

Occorrerà definire gli interventi necessari con apposita segnaletica stradale ed idonea illuminazione al fine di completare e salvaguardare la pubblica incolumità rispettando i cittadini che sono residenti nel VI Quartiere o che comunque vi transitano cosi come vengono tutelati e curati nelle loro aspettative i concittadini nei quartieri centrali.

Ho apprezzato la lettera che oggi Veltroni ha pubblicato su La Repubblica, di Veltroni ho sempre apprezzato la cultura e la sensibilità, ma la sua ultima lettera manca di soffermarsi sull’oggi, sull’agire politico immediato, sul che fare?
Oggi non basta l’appello all’unità, al fronte democratico, alla cultura: occorrono scelte politiche e strategiche, sicuramente difficili da individuare, ma indispensabili o sarà troppo tardi.

Se non coltivi l’ambizione di essere ricordato dopo gli ammiccamenti dei lacchè e gli applausi generati dalla compiacenza o dal livore di piazza, non sarai mai ne’ un buon sindaco ne’ un vero statista ne’ un sapiente legislatore ne’ un capace amministratore.

Taormina: Oggi 9 Agosto 2019, il Sindaco Mario Bolognari e la Giunta, su proposta dell’Assessore ai Servizi Sociali, prof. Francesca Gullotta, ha attivato due progetti: il FONDO DI SOLIDARIETÀ SOCIALE E L’ASSEGNO CIVICO, grazie allo sblocco dei fondi del Piano di Zona 2013-15 del Distretto D32, di cui Taormina è capofila.

Oggi in Commissione Cultura del Consiglio Comunale Andrea Parisi ha illustrato un progetto semplice, innovativo ed a “costo zero” che permetterebbe la massima autonomia ed una corretta informazione per i turisti

Mentre su web impazza la polemica Libero Gioveni ed altri consiglieri hanno portato la questione (apparentemente assurda e frutto di una interpretazione restrittiva delle disposizioni) in Commissione Cultura del Consiglio Comunale.
Ha risposto l’Assessore Dafne Musolino.