Europa Verde: L’emergenza ambiente è incombente e per questo che il sistema deve cambiare completamente e deve cambiare presto.

Il consigliere comunale Libero Gioveni aveva proposto in sede di Commissione lo scorso 18 aprile disertata dall’Amministrazione e dal Cda della Messina social city, di discutere di tutte le problematiche sollevate in queste ultime settimane proprio in una seduta ufficiale del Civico Consesso alla presenza del sindaco e di tutti i soggetti coinvolti, ivi compresi gli stessi lavoratori finora esclusi, e ne sollecita adesso la convocazione.

Abbiamo difficoltà a farci coinvolgere dall’entusiasmo di Beppe Picciolo. Per ristabilire i fatti facciamo notare che alla legittima protesta di De Luca (e condivisibile nelle recriminazioni) hanno aderito circa metà dei Sindaci della provincia e fra gli assenti spiccavano molti tra i Comuni più “pesanti”.
Detto questo la “consegna della fascia” è un atto squisitamente “dimostrativo e politico” ma nulla toglie a De Luca che, per legge, resta pienamente il Sindaco Metropolitano di Messina.
Per dimettersi veramente dovrebbe farlo anche dal Comune di Messina: atto che lui, allo stato dell’arte, giustamente non compirà mai.
Le due figure, infatti, sono inscindibili in base a norme che, crediamo, abbia approvato a suo tempo lo stesso Picciolo.

“Tutti nutriamo la legittima attesa di trovare ovunque condizioni di vita dignitose; tutti siamo alla ricerca di un luogo, di una casa accogliente nella quale stare bene. Invece, alla crescente possibilità di spostarsi sul territorio corrisponde un numero sempre più alto di persone tagliate fuori dal benessere” (Papa Benedetto XVI).

Si è parlato di Scuole di Servizio Sociale stamani nell’incontro tenutosi nella sede provinciale delle ACLI di Messina e organizzato dal Centro di Formazione Politica “Alcide de Gasperi”, in collaborazione con le ACLI di Messina.

Sarà l’assessore ai rapporti con il volontariato Massimiliano Minutoli ad aprire, sabato 4 maggio alle 9.30 presso il salone delle bandiere di Palazzo Zanca, i lavori del convegno “Il dramma venezuelano – Quando la “povertà” uccide”, organizzato dall’associazione “Città Plurale” in collaborazione con Ali Onlus. L’evento, che ha ottenuto il patrocinio del Comune di Messina, Read more..

Nell’ambito delle lezioni di “Macroeconomia e Politica Economica” del corso di laurea in Management d’impresa, tenute dal prof. Ferdinando Ofria, si è svolta stamane, all’interno di una gremita Aula Magna del Rettorato, una lectio della prof.ssa Elsa Fornero sul tema “Chi ha paura delle riforme. Illusioni, luoghi comuni e verità sulle pensioni”, titolo del suo ultimo libro.

Con profondo rammarico ho consegnato la fascia di Sindaco metropolitano, ma sono stato coerente con il Popolo ed il Territorio e nei confronti dell’Istituzione che non è un’entità astratta. Nel momento in cui non si può rappresentarla, continuare a ricoprire quel ruolo significa tradire la propria funzione

Il dott. Petralia si è insediato stamane a Palazzo dei Leoni e, con decreto commissariale n. 1 ha indetto, per domenica 30 giugno 2019, i comizi elettorali per le elezioni dei quattordici componenti del Consiglio Metropolitano della Città Metropolitana di Messina.

Fondamentale il ruolo dell’amministratore, che oltre a rappresentare i condomini e fornire feedback per il miglioramento del sistema, sarà il garante del porta a porta, alla cui tutela è stato predisposto un sistema sanzionatorio, con multe che sfiorano i 600 euro.

Una misura non solo violenta e disumana ma che, anche se trasformata in legge, troverebbe l’immediata opposizione della Corte (se non del Presidente Mattarella) perché palesemente incostituzionale.

Una misura che contrasta con il concetto di “rieducazione” che devono improntare le pene ed il carcere, proibita dalla Costituzione che tutela “per tutti” il diritto alla salute ed alla integrità fisica: evidentemente anche chi giura sulla Costituzione può non averla mai letta !

“Messina Social City”: non può essere sottaciuta la gravissima dissonanza tra l’indirizzo dato dall’organo politico per eccellenza e la non fedele attuazione resa dall’amministrazione attiva

Particolarmente illuminante la seconda parte dell’intervista nella quale la prof. Costa evidenza i limiti di Studi d’Incidenza elaborati da professionisti senza competenze specialistiche quali la conoscenza delle specie vegetali e animali e la capacità di caratterizzare gli habitat del sito soggetto di studio, quest’ultima perseguibile solo attraverso una campagna di rilievi fitosociologici

L’orizzonte del lavoro è stato sintetizzato da papa Francesco in quattro aggettivi: libero, creativo, partecipativo e solidale e sviluppato in un percorso che ha coinvolto credenti e parti sociali prima e dopo la preparazione delle Settimane Sociali, contribuendo ad animare il dibattito nel paese. Siamo purtroppo lontani in molti casi da quel traguardo e da quell’orizzonte, che vede nel lavoro un’opportunità per affermare la dignità della persona e la sua capacità di collaborare all’opera creativa di Dio.

Perché?
Semplice: perché abbiamo avuto un Sindaco, un Consiglio Comunale ed una Deputazione regionale inerme, poco lungimirante e, nello specifico, inetta!
Quando il catanese Lombardo decise la cancellazione della Fiera Campionaria nessuno fiatò !
Quando il “messinese” Crocetta firmò la soppressione della Fiera Campionaria nessuno fiatò !

Gli anziani della nostra città sono e rimarranno una grande risorsa, memoria storica di una società spesso pronta a dimenticare in fretta.
Eppure sono pochi, se non inesistenti gli spazi di aggregazione per gli anziani assai spesso costretti ad organizzarsi autonomamente.