PD: verificare sul mantenimento delle condizioni economiche e amministrative che avevano condotto alla iniziale proposta di messa in liquidazione dell’ATM di Messina

Giorgio Nebbia si e’ dedicato all’analisi del ciclo delle merci, cioè dei materiali utilizzati e prodotti nel campo delle attività umane, agricole e industriali. Nel settore dell’utilizzazione delle risorse naturali ha condotto ampie ricerche sull’energia solare, sulla dissalazione delle acque e ha contribuito all’elaborazione dell’analisi del flusso di acqua e materiali nell’ambito di bacini idrografici.

Il vecchio gioco “la colpa è di chi c’era prima” non regge più !
Siamo fra quelli che hanno ripetutamente attaccato come inetta la precedente Amministrazione ma ricordiamo che il Sindaco De Luca in campagna elettorale sosteneva una cosa ma diventato Sindaco ne sta attuando altre !

Ci siamo ormai resi conto che il sindaco è innamorato delle società partecipate, da un lato realizza video per offuscare le menti del cittadino messinese dichiarando una fantomatica rivoluzione del palazzo, con diminuzione degli sprechi, ma dall’altro invece, costituisce nuove società

La progettazione non solo come attività professionale, ma come responsabilità sociale e impegno etico dell’architetto, figura capace, grazie alla tecnica e alla cultura, di incidere nel processo di trasformazione delle città.

E qui deve intervenire la Politica, devono intervenire i Partiti che, dicono, di non temere le elezioni …
E gli interventi dovrebbero essere due:
A) fare indire le elezioni non oltre i primi di settembre (essendo di secondo grado non necessitano di campagna elettorale)
B) far si che il sistema elettorale non crei spaccature fra Messina, le città medie ed i numerosi paesini della provincia

In effetti mentre da più parti le varie anime del PD locale dicono di volersi confrontare e rendere il PD un corpo vivo, non vi è alcuna convocazione ufficiale degli organismi statutari, si dice sempre “a giorni….”, l’ultima data sembrava essere il 15 c.m. , mentre il 12 sarebbe prevista la visita in città della vice segretaria nazionale del partito… , nel mentre –in città ed in provincia- ciascuno (anche fra i firmatari in calce elencati) interpretata “ad usum delfini” la linea del Partito …. che dire se non che la confusione regna sovrana ?

La Lega – continuano i due esponenti- ha idee chiare del da fare e con chi farle, come anche detto oggi dal nostro commissario Stefano Candiani “La Lega NON è interessata alle poltrone ma a programmi politici credibili, che rispondano alle esigenze del territorio, non ci servono politici opportunisti…”

Il Partito Democratico non arretrerà di un millimetro nella difesa dei valori della nostra Costituzione Democratica e nella resistenza civile e politica rispetto agli estremismi ed alla disumanità che in questo momento sembra pervadere un vasto strato della popolazione e finanche parte delle Istituzioni

Messina fuori dalla Rottamazione Nazionale. I Messinesi, che perdono una importante opportunità, che avrebbe aiutato anche il Comune, ringraziano Cateno De Luca !

Il dubbio quanto meno è sacrosanto e và sciolto!
Ci auguriamo – conclude Gioveni- che anche in questo senso si possa fare chiarezza su “chi deve fare cosa” visto che la nascita della nuova società, che mi ha visto nettamente contrario, svuoterà senz’altro Palazzo Zanca di importanti prerogative, prima in capo ai Dipartimenti, nella gestione dell’intero patrimonio immobiliare.

Ricevo segnalazioni di un pericolo incombente, nel tratto stradale di rettilineo di Spartà, laddove sul ciglio della strada statale alcuni alberi di pino bruciati dall’incendio, propagatosi nel mese di giugno dell’anno 2017, potrebbero cadere sulla strada.

In particolare; CISL, FAISA, UGL E ORSA, hanno chiesto certezze sul mantenimento di tutti i posti di lavoro, degli attuali livelli salariali e della liquidazione del TFR prima del trasferimento dei dipendenti nella nuova Azienda. Mantenere i livelli salariali significa garantire tutte le voci oggi presenti in busta paga, compresi gli SCATTI DI ANZIANITÀ che incidono significativamente nel salario e rappresentano un legittimo riconoscimento contrattuale, soprattutto per i lavoratori con notevole anzianità di servizio.

Sono stati necessari anni di battaglie per ottenere il trasferimento del mercato rionale del viale Giostra in una zona adeguata e chiusa come l’area ex Mandalari, e oggi il sindaco rimette in discussione una problematica superata da tempo, dichiarando su facebook “riportiamo il mercato sul Viale Giostra, si può fare”.

Il sindaco De Luca continua nel suo incedere disinvolto e non curante delle regole e dei principi di buon andamento che dovrebbero guidare un amministratore serio e responsabile

i 3 “Tavoli Viola” hanno discusso per circa 2 ore di Mobilità Urbana, Mobilità Regionale e Mobilità Interregionale