Il 25 aprile a Catania nella sede di CasaPound.

Vi è una larga fetta di dipendenti laureati professionisti, e non solo, quali pedagogisti, educatori ed operatori socio assistenziali, che per settimane, mesi e/o anni hanno prestato la propria opera ed attività lavorativa presso quella o questa cooperativa e, non essendo mai stati regolarizzati dal punto di vista contributivo ed assistenziale secondo il CCNL previsto per categoria sono rimasti esclusi dal tanto atteso bando della Messina Social City.

in caso di nubifragi si potrebbe generare un serio pericolo per la popolazione, in quanto si potrebbe ostruire il sottopasso e provocare un effetto tappo, che non consentirebbe il normale reflusso delle acque verso il mare ,determinando l’esondazione

Come non essere d’accordo con Andrea Camilleri quando dice “Montalbano oggi, con molto dolore, si dimetterebbe. Credo non potrebbe convivere. La nostra Costituzione è ispirata alla Liberazione che non fu una rissa tra comunisti e fascisti come dice Salvini”

Il 25 aprile, festa nazionale laica, l’Italia festeggia l’anniversario della liberazione. L’Italia tutta, dovrebbe sentire il piacere ed il dovere di festeggiare la festa della Liberazione; liberazione da una dittatura che ha fatto morire migliaia di italiani, liberazione da una una dittatura che ha varato leggi vergognose, tra le tante, quelle razziali.

a causa della rottura di qualche tubo fuoriesce acqua sulla strada rendendola sdrucciolevole e determinando disagi ai pedoni in transito ed alle abitazioni viciniori, visto che i mezzi transitando schizzano i liquidi nella porta e nei muri di una abitazione

La Regione Siciliana cala la scure sui progetti coinvolti nell’inchiesta sulle energie rinnovabili.
Il dirigente generale del dipartimento dell’Energia Salvatore D’Urso, d’intesa con il governatore Nello Musumeci, ha disposto la sospensione immediata e l’avvio del procedimento di revoca delle autorizzazioni ad alcune delle società finite al centro dell’indagine emersa nei giorni scorsi.

Parafrasando Lenin (L’estremismo, malattia infantile del comunismo ) si potrebbe dire che il frazionismo è la malattia infantile (in tutti i sensi) della Sinistra.
Questa è l’osservazione spontanea che viene in mente a chi segue la Politica.
Mentre la Destra si ricompatta e lavora perché anche i “prefissi telefonici” non vengano dispersi, la sinistra si presenta divisa e frastagliata con il rischio di “bruciare” milioni di voti e di negare rappresentanza nel Parlamento Europeo a tanti cittadini progressisti, Italiani ed Europei.
Ci auguriamo che queste previsioni non si avverino e che tutti superino la soglia del 4%

Si è svolta ieri sera presso l’ex Chiesa di S. Maria Alemanna la presentazione di “La sinistra e la scintilla. Idee per un riscatto” di Giuseppe Provenzano. L’autore, classe 1982 ed origine nissena, è vicedirettore della Svimez, l’Associazione per lo sviluppo dell’industria nel Mezzogiorno, è membro della Direzione nazionale del Pd.

Prorogato per tutto il 2019 lo sgravio contributivo INPS per i datori di lavoro che assumano giovani neet iscritti al programma Garanzia Giovani.

Il reddito di cittadinanza è partito (polemiche e certezze a parte): i primi 473mila beneficiari stanno ricevendo le notifiche per ritirare la RdC Card presso gli uffici di Poste Italiane: unitamente alla tessera elettronica viene consegnato anche il PIN e il contribuente può utilizzare da subito il credito caricato.

Apprendiamo dalle dichiarazioni stampa dell’ (ex) componente del Cda di Amam Spa, Roberto Cerreti, che nel corso dell’assemblea dei soci, tenutasi ieri pomeriggio, il Sindaco De Luca “in merito all’assenza in seno al Consiglio di Amministrazione di una componente femminile”, ha optato per una gestione aziendale affidata ad un Amministratore unico, piuttosto che ad un Cda composto da tre elementi; di fatto mandando a casa i due componenti prescelti qualche mese addietro, e lasciando in carica solo il presidente Puccio.

Cipolla: Definire “un’imboscata” una convocazione risalente a sei giorni prima è sintomatico dei tempi di reazione troppo poco europei del sindaco Cateno De Luca

ORSA ha avanzato richiesta d’incontro col sindaco che ha già dichiarato di volerci vedere chiaro, è necessario individuare un percorso legale per dare risposte ai lavoratori rimasti disoccupati e all’utenza che ha bisogno di assistenza.
Se De Luca vorrà ascoltarci abbiamo pronte le nostre proposte.

Alla seduta erano stati invitati sia l’assessore ai servizi sociali, Calafiore, che i vertici della Messina Social City, che, infine, il dirigente del dipartimento competente

Gioveni: Fino a quando non era stata ancora presentata la lista forse ci poteva ancora stare che l’assessore Dafne Musolino continuasse ad esercitare le sue funzioni, ma adesso che la sua candidatura è ufficiale ritengo che l’esponente della Giunta De Luca, esclusivamente per ragioni di opportunità, debba autosospendersi dalla sua carica!