Andre Vltchek è filosofo, romanziere, regista e giornalista investigativo. È creatore di Vltchek’s World in Word and Images e autore di diversi libri, tra cui la Cina e la civiltà ecologica. Scrive soprattutto per la rivista online “New Eastern Outlook“.

Apprendo con sorpresa e sconcerto il rinvio, deciso ieri dall’Assemblea Regionale Siciliana, delle elezioni di secondo livello del Consiglio delle Città Metropolitane e dei Liberi Consorzi dei Comuni previste per il 30 giugno”. Lo afferma Pietro Navarra, Deputato nazionale del Partito Democratico.

La Commissione Antimafia dell’ARS – presieduta da Claudio Fava – ha approvato il Codice etico dei Deputati. Adesso spetta all’Assemblea recepirlo; è necessario il voto favorevole di almeno trentasei deputati. Ecco il testo approvato in Commissione.

Alessandra Todde, ex amministratore delegato di Olidata, ha rassegnato le dimissioni per accettare la candidatura a capolista per le isole Sicilia e Sardegna, con il Movimento 5 Stelle, alle elezioni europee del prossimo 26 maggio. Una candidatura che ha fatto molto discutere, in quanto definita da diverse parti “imposta dall’alto”, ovvero da Luigi Di Maio.

Per tanto non possiamo sottrarci alle nostre responsabilità, in questi giorni dobbiamo impegnarci a contattare amici e parenti per convincere gli indecisi ad andare a votare “per la nostra giusta causa” per il PD e per i suoi più impegnati interpreti tra i quali spicca Michela Giuffrida.

on. Luigi Genovese: Io alla Lega? Solo speculazioni e fantasie alimentate da qualche esponente frustrato per la sua esclusione dalla lista elettorale.

Presentata stamani nella Sala Commissioni di Palazzo Zanca la candidatura di Francesco Rizzo alle Elezioni Europee previste per il 26 maggio 2019, con la lista Fratelli d’Italia – Sovranisti Conservatori.

Europa Verde: L’emergenza ambiente è incombente e per questo che il sistema deve cambiare completamente e deve cambiare presto.

Abbiamo difficoltà a farci coinvolgere dall’entusiasmo di Beppe Picciolo. Per ristabilire i fatti facciamo notare che alla legittima protesta di De Luca (e condivisibile nelle recriminazioni) hanno aderito circa metà dei Sindaci della provincia e fra gli assenti spiccavano molti tra i Comuni più “pesanti”.
Detto questo la “consegna della fascia” è un atto squisitamente “dimostrativo e politico” ma nulla toglie a De Luca che, per legge, resta pienamente il Sindaco Metropolitano di Messina.
Per dimettersi veramente dovrebbe farlo anche dal Comune di Messina: atto che lui, allo stato dell’arte, giustamente non compirà mai.
Le due figure, infatti, sono inscindibili in base a norme che, crediamo, abbia approvato a suo tempo lo stesso Picciolo.

“Tutti nutriamo la legittima attesa di trovare ovunque condizioni di vita dignitose; tutti siamo alla ricerca di un luogo, di una casa accogliente nella quale stare bene. Invece, alla crescente possibilità di spostarsi sul territorio corrisponde un numero sempre più alto di persone tagliate fuori dal benessere” (Papa Benedetto XVI).

L’orizzonte del lavoro è stato sintetizzato da papa Francesco in quattro aggettivi: libero, creativo, partecipativo e solidale e sviluppato in un percorso che ha coinvolto credenti e parti sociali prima e dopo la preparazione delle Settimane Sociali, contribuendo ad animare il dibattito nel paese. Siamo purtroppo lontani in molti casi da quel traguardo e da quell’orizzonte, che vede nel lavoro un’opportunità per affermare la dignità della persona e la sua capacità di collaborare all’opera creativa di Dio.

Il 25 aprile a Catania nella sede di CasaPound.

La Regione Siciliana cala la scure sui progetti coinvolti nell’inchiesta sulle energie rinnovabili.
Il dirigente generale del dipartimento dell’Energia Salvatore D’Urso, d’intesa con il governatore Nello Musumeci, ha disposto la sospensione immediata e l’avvio del procedimento di revoca delle autorizzazioni ad alcune delle società finite al centro dell’indagine emersa nei giorni scorsi.

Parafrasando Lenin (L’estremismo, malattia infantile del comunismo ) si potrebbe dire che il frazionismo è la malattia infantile (in tutti i sensi) della Sinistra.
Questa è l’osservazione spontanea che viene in mente a chi segue la Politica.
Mentre la Destra si ricompatta e lavora perché anche i “prefissi telefonici” non vengano dispersi, la sinistra si presenta divisa e frastagliata con il rischio di “bruciare” milioni di voti e di negare rappresentanza nel Parlamento Europeo a tanti cittadini progressisti, Italiani ed Europei.
Ci auguriamo che queste previsioni non si avverino e che tutti superino la soglia del 4%

Europee 2019. La lista del Partito Comunista presente anche nella Circoscrizione Isole. Rizzo capolista.

Anna Foa: “Si avvicina il 25 aprile e mai come quest’anno diventa importante celebrare la Liberazione dell’Italia dall’occupazione nazifascista”.