Avevo chiesto un intervento urgente all’amministrazione ormai quasi due anni fa ma evidentemente non si ritiene prioritario garantire igiene e sicurezza ai cittadini, specie poi se vivono nelle periferie, lontano dalle lenti di ingrandimento“, così la consigliera Daniela Faranda che, nella giornata odierna ha ulteriormente segnalato attraverso una missiva all’assessore Ialacqua, le condizioni di semi abbandono in cui versa il complesso San Filippo a Santa Lucia Sopra Contesse.

“In quei 72 appartamenti vivono anche molti tra anziani e bambini, il che rende ancora più grave la situazione di incuria, anche intorno ai palazzi e con l’approssimarsi della stagione calda, i disagi nonché i rischi alla salute dei residenti, aumenteranno, come del resto è già accaduto in questi anni senza che vi si ponesse rimedio nonostante le segnalazioni e i miei personali solleciti.

Ho ritenuto, inoltre, di voler partecipare anche l’Università degli studi di questa vicenda poiché proprio nell’area limitrofa al condominio vi è un terreno abbandonato, pare sotto il controllo dell’ente accademico, ormai da tempo lasciato a se stesso con arbusti e immondizia che, con l’imminente arrivo dell’estate, potrebbe essere interessato dal rischio di incendi e il proliferare di insetti, a discapito della salvaguardia della salute dei residenti di zona.

Mi preme capire e far sapere ai cittadini chi deve occuparsi di cosa e, sciolto questo annoso nodo delle competenze, capire quando si abbia intenzione di farlo”, conclude.