“Leggiamo l’ordinanza del Sindaco De Luca a tutela del decoro urbano nella quale si vieta di circolare in numerose parti della Città ai barboni, immigrati e senza fissa dimora. Ai poveri ai diseredati viene quindi vietata la circolazione, pena multe da ª 300 euro.
A prescindere che fa sorridere l’irrogazione di una multa ai nulla tenenti, ci si chiede se prima devono essere fermati gli italiani o gli immigrati (Vedi Salvini!).
Quanto al decoro urbano ed alla sicurezza riteniamo che il Sindaco dovrebbe occuparsi di rendere pulita la Città ed ordinato il traffico veicolare, che specialmente nel periodo estivo rende invivibile i luoghi di villeggiatura.

Infine ci riserviamo di chiedere conto alla fine dell’estate delle cospicue ammende incassate nell’attività di contrasto al vagabondaggio.

Per LabDem Messina
Luigi Beninati