Conferenza stampa del Movimento 5 Stelle di Catania,sabato 16 Gennaio, in merito alla la relazione della commissione antimafia dell’ARS, Presieduta dall’On. Nello Musumeci, di infiltrazioni mafiose dentro il consiglio comunale. La commissione dopo indagini effettuate da alcune segnalazioni anonime relaziona che alcuni canditati in campagna elettorale avrebbero ottenuto il sostegno di ambienti malavitosi, anche perché parenti con alcuni pregiudicati con condannati per reati associativi.
conferenza-stampaIl Movimento 5 Stelle sulla scia dei risultati della commissione antimafia, prende posizione tramite Beppe Grillo che invita il Sindaco di Catania Enzo Bianco ( che  non è indagato ) a dimettersi, poi il Movimento di Catania tramite i suoi parlamentari i Sen. Giarusso, Catalfo, e la deputata Giulia Grillo rincarano la dose, in conferenza stampa.
Il Sen. Giarusso spiega che hanno chiesto al Sindaco di andare “a casa” e al Prefetto di Catania la nomina di una commissione che valuti le interferenze mafiose in città.
Giarusso conclude chiedendo massima allerta su una operazione immobiliare che ha come oggetto il PUA, in modo particolare un terreno (sottovalutato!!) che rientra perfettamente nell’area del PUA (piano urbanistico attuativo) che faceva parte dell’AMT.Una perizia giurata oggi lo stima per due milioni e mezzo, mentre senza alcuna opposizione da parte dell’amministrazione comunale stava per essere venduto all’asta ad un prezzo stracciato. Operazione non riuscita in extremis grazie all’intervento dell’ex commissario della municipalizzata che alla fine si oppone riuscendoci.
Anche per questo che il Movimento chiede la dimissioni della giunta Bianco.
Certo l’intervento di Grillo sul suo blog nei confronti di Bianco arriva in un momento particolare per il Movimento, che dopo la figuraccia di Quarto deve risalire la china dei consensi in calo. Un attendo osservatore non fa a meno di notare i due pesi e due misure che Grillo usa : A Quarto si era garantisti nei confronti del proprio sindaco anch’sso con il consiglio in odore di malavita organizzata, c’è voluto Saviano per richiedere delle sterili dimissioni al Sindaco, con il conseguente scambio di fango tra la stessa e il direttorio Grillino.
Tuttavia, nei confronti di Enzo Bianco dove ancora non risulta nulla a suo carico, se non una semplice telefonata poco prima la campagna elettorale tra lui, Senatore della Repubblica, e Mario Ciancio editore del quotidiano cittadino. Il Movimento, Grillo e il Senatore Giarusso divengono Giustizialisti, facendo le barricate,dove a parte i risultati certi della commissione antimafia qualcosa stona nell’atteggiamento del Movimento 5 stelle di Catania, che il loro giustizialismo sia la pistole fumante ci stiamo! ma chi preme il grilletto?