Mario Biancuzzo, Consigliere 6 Circoscrizione, ha nuovamente scritto all’Assessore Ialacqua:
NONOSTANTE IL SOPRALLUOGO FATTO CON L’ASSESSORE, PROF. DANIELE IALACQUA, GIORNO 5 APRILE 2016, ALL’AMBIENTE LA RACCOLTA NON FUNZIONA

Mentre l’assessore Eller sente tanfo di mafia, io ed i numerosi automobilisti in transito dalla strada statale 113, nella mattinata di oggi sentivamo puzza proveniente dai cumuli di spazzatura in putrefazione.
Foto-28-aprile-2016-spazzatAlle ore 10,00 di oggi 28 Aprile 2016, ho accertato recandomi sui luoghi, che sulla strada statale 113/dir riviera nord accanto ai cassonetti ormai vetusti, logorati, puzzolenti ed aperti, sono accatastati rifiuti di vario tipo.
Una pessima cartolina offerta ai numerosi turisti e vacanzieri che percorrono la statale 113/dir. per raggiungere i luoghi di villeggiatura di Orto Liuzzo, Rodia, Marmora, San Saba, Acqualadrone, Tono, Mortelle.
spazzatura---005 Con la presente chiedo alle Signorie loro, un autorevole intervento sui dirigenti della MessinAmbiente che venga attuato nelle prossime ore un pronto intervento di bonifica a salvaguardia della salute dei cittadini e dell’ambiente.
Mentre mi aggiungevo a scattare delle foto in località Campanella una signora residente nel Complesso mi ha dichiarato: E’ una vergogna non possiamo uscire dal nostro cancello, causa enorme quantità di spazzatura, che copre la visuale. I cassonetti ormai puzzolenti e rotti non vengono sistemati ai lati della strada ma posizionati dentro la linea bianca della strada statale creando pericoli alla circolazione. Topi ed insetti proliferano indisturbati, togliete tutti i cassonetti, dobbiamo fare la differenziata come dalle leggi vigenti. Questo quanto dichiarato dalla Signora.
Foto-007Chiedo ancora una volta l’eliminazione di tutta la spazzatura che è sparpagliata ai bordi della strada statale di proprietà dell’ANAS ed anche nelle scarpate. Non voglio creare allarmismi ma con il caldo afoso di questi giorni si potrebbero propagare delle malattie infettive.
Bisogna precisare che i cittadini sono costretti a depositare i sacchetti fuori dai cassonetti perché stracolmi ed insufficienti. I cassonetti che vengono eliminati non vengono più rimpiazzati con altri nuovi, ma non solo i pochi cassonetti rimasti non sono a norma di legge sono aperti puzzolenti e fatiscenti. Non sono disinfestati come dalle norme vigenti. Topi, insetti vari e persino serpenti si annidano dentro la spazzatura che proliferano in modo esponenziale. La spazzatura in alcuni punti ha invaso la linea bianca della strada statale ad alta densità di traffico.
Ho accertato che alcuni cittadini, incivili, residenti nei Comuni di Villafranca, Saponara e Rometta non provvedono ad effettuare la raccolta differenziata, e scaricano la spazzatura da loro prodotta nel nostro territorio nel tratto che va soprattutto da Ponte Gallo a Campanella, utilizzando il nostro territorio come pattumiera ed inquinando l’ambiente. Chiedo inoltre alla Signoria Sua di valutare l’ipotesi di fare intervenire uomini e mezzi dell’esercito oppure dare incarico a delle ditte private per eliminare in modo definitivo tutta la spazzatura che ormai fa da corona da numerosi giorni ai bordi della strada statale 113/dir.
Chiedo inoltre di voler dare incarico a delle ditte private specializzate per effettuare la disinfestazione e la derattizzazione nei punti dove la spazzatura ormai da diversi giorni si accumula e va in putrefazione mettendo a rischio la salute pubblica. Inoltre necessitano dei controlli continui da parte dei Vigili Urbani, h 24, per scoraggiare alcuni incivili che inquinano l’ambiente multarli e denunciarli alla Procura della Repubblica.
E’ matematicamente impossibile che pochi cittadini residenti a Ponte Gallo ed Orto Liuzzo possano produrre una quantità enorme di spazzatura, si trova di tutto La stagione estiva è arrivata non possiamo continuare per una estate in emergenza, bisogna risolvere in modo definitivo le problematiche sopra accertate.
Chiedo inoltre alla Signoria Sua di SAPERE dove sono gli operatori ecologici e perché la MessinAmbiente non provvede a raccogliere tutta la spazzatura sparpagliata ai bordi della strada e nelle scarpate di proprietà dell’ANAS.