Un provvedimento di “viabilità per la vivibilità” della città, così il sindaco di Messina, on. Giuseppe Buzzanca, ha definito la disposizione che, dal prossimo 1 giugno, istituisce in via sperimentale zone a traffico limitato e regolamenta accesso e circolazione dei veicoli in città, introducendo il ticket ecopass.
Conferenza stampaIl sindaco Buzzanca che ha firmato stamani la disposizione quale Commissario Delegato per le misure dell’emergenza ambientale nel settore del traffico e della mobilità, secondo l’O.P.C.M. Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3633, del 2007, ne ha presentato i contenuti nel corso di una conferenza stampa, tenutasi stamani a palazzo Zanca ed a cui hanno partecipato il presidente del Consiglio comunale, Giuseppe Previti, assessori e consiglieri comunali. Il sindaco ha precisato che i primi introiti saranno destinati alla realizzazione di un monumento alle vittime della strada e quindi ad interventi, servizi ed opere connessi alla funzionalità del sistema di mobilità ed al miglioramento delle condizioni ambientali e di vivibilità generale, come la copertura delle spese della manutenzione stradale cittadina, pesantemente compromessa dai flussi di traffico di attraversamento dello Stretto. Le zone a traffico limitato comprenderanno il cosiddetto “serpentone”, collegamento tra l’approdo dei traghetti della rada S. Francesco ed il viale della Libertà; la via san Raineri, all’uscita portuale del molo Norimberga, fino al cavalcavia; via Luigi Rizzo, all’uscita del molo Rizzo, nel tratto adiacente il piazzale Campo delle Vettovaglie; l’infrastruttura denominata “chiocciola”, che collega l’approdo di Tremestieri e la rete stradale. Per l’acceso e la circolazione in tali aree, auto, autocarri, autobus, autotreni, ed autoarticolati, in transito da e per la Sicilia, attraverso le banchine del porto, della rada S. Francesco e dell’approdo di Tremestieri, saranno subordinati al pagamento di un ticket ecopass. Le tariffe saranno di 1,50 euro per le auto; 5 euro per autocarri e bus; 8 euro per autotreni ed autoarticolati, solo andata; mentre comprensive di viaggio di ritorno saranno rispettivamente 2,50, 9 e 15 euro. Tutti i mezzi saranno esentati dal pagamento del ticket nei giorni feriali, nella fascia oraria compresa tra le 24 e le 7 del mattino e nei giorni festivi, dalle 7 alle 22. Sono altresì esentati dal pagamento le auto condotte da residenti nelle provincie di Messina e Reggio Calabria, oltre ai mezzi delle Forse Armate, delle Forze dell’ordine, dei Vigili del Fuoco e dei sevizi di soccorso, nonché i veicoli adibiti al servizio di persona con limitata e/o impedita capacità motoria.