Premesso che il Consiglio Comunale con un ordine del giorno del 5/2/2016 ha condiviso l’iniziativa del Presidente della Regione volta a sospendere/bloccare/annullare l’approvazione della delibera di riforma delle Autorità Portuali, impegnando anche il Sindaco ad affiancare e/o sostenere le azioni del Presidente della Regione.
Atteso che il Presidente della Regione siciliana Dott. Rosario Crocetta nel corso del dibattito in Consiglio Comunale ha ufficializzato la linea dura: “la Regione siciliana andrà fino in fondo alla questione, non consentendo che uno dei principali porti dell’isola, come quello di Messina, finisca “declassato” sotto la giurisdizione che avrà come sede Gioia Tauro. E non si tratta di rifiutare l’accorpamento con la Calabria, ma di far valere le ragioni specifiche di una vera Autorità dello Stretto che abbia in Messina la guida e che coinvolga, sullo stesso piano, i porti di Reggio e di Villa San Giovanni“.
I gruppi consiliari sottoscrittori della presente già l’8 febbraio scorso, a rafforzare la volontà politica di difendere l’autonomia dell’Autorità portuale dello Stretto, Le avevano inviato la lettera, che ad ogni buon fine si allega.
Atteso quanto precede, nel ricordarLe il solenne impegno che la S.S. ha assunto dinanzi al civico consesso, che rappresenta l’intera cittadinanza messinese, con la presente Le riformuliamo l’impegno di far sì che giorno 31 marzo in occasione della Conferenza Stato Regioni, facendo anche leva sulle doglianze manifestate dalle Regioni Campania e Liguria, rappresenti l’esigenza dell’intero comprensorio messinese e di tutto il Consiglio Comunale di difendere la peculiarità del Porto di Messina, del comprensorio milazzese e dell’intera area dello Stretto.

I Sottoscrittori Capigruppo:
Felice per Messina, Giuseppe Santalco
Forza Italia, Giuseppe Trischitta
Grande Sud, Benedetto Vaccarino
Progressisti Democratici, Francesco Pagano
Siamo ME, Fabrizio Sottile