Associazione LabDem

“La grande manifestazione di Milano del 2 Marzo u.s. ci ha detto che esiste ed è forte un’altra idea dell’Italia cioè antifascista ed antirazzista assai diversa da quella che tenterebbe di fare prevalere l’attuale governo del gialloverde.

Francesco Barbalace

La grande importante partecipazione alle elezioni primarie del PD del 3 Marzo u.s. ha richiamato e sollecitato tutti noi alla “coscienza della responsabilità democratica”.

E’ di buon auspicio quindi l’inizio del nuovo segretario nazionale del PD, NICOLA ZINGARETTI, il quale, rivolgendosi “agli studenti, alle femministe , ai giovanissimi in fila per votare nei gazebi, ai partigiani ed alle partigiane novantenni che ancora lottano per la democrazia che ci hanno regalato, ai giovani che danno speranza e che lottano contro i cambiamenti climatici, ai delusi in genere” dichiara : “Venite con noi, aiutateci a non sbagliare..  e controllateci”.

E dopo parlando di se stesso continua. Sarò leader di una Comunità e non capo…oggi inizia un nuovo Partito”.

Luigi Beninati

Ecco parte da qui questa nuova stagione di impegno e di lotta alla quale come LABDEM MESSINA e LABDEM SICILIA abbiamo assicurato il nostro contributo convinto e continueremo a farlo.

E tuttavia una domanda sollecita e stimola la nostra riflessione.

Come si declina tutto ciò rispetto alla organizzazione ed al modello di Partito conosciuto e malamente vissuto in Sicilia e da oltre un quindicennio “occupato” o “consegnato” a gruppi dirigenti che hanno dato di se stessi prove di basso profilo sotto diversi aspetti?

Il compito gravoso del nuovo segretario per onorare la straordinaria giornata del 3 Marzo non può non ripartire, come egli stesso ha sottolineato, dalla attenzione alle condizioni del Partito nei vari territori.

Per questo attenzionare lo stato del Partito in Sicilia sarebbe un buon concreto inizio.”

——–

ON. PIETRO NAVARRA E FRANCO DE DOMENICO

“Anche in città e nella sua provincia le Primarie del PD si sono dimostrate una festa della democrazia. Riteniamo doveroso, innanzitutto, ringraziare i 200 volontari che hanno offerto il proprio lavoro per l’organizzazione e lo svolgimento ed i circa 12mila cittadini messinesi che, ieri, sono andati a votare.

Franco De Domenico

Va sottolineato, soprattutto, l’esito in termini di partecipazione, con il massiccio coinvolgimento anche di chi, nei mesi scorsi, aveva deciso di allontanarsi dal Centrosinistra. Un grandissimo risultato, dal quale emerge la voglia di fare politica e la consapevolezza di come il PD sia oggi l’unica alternativa possibile all’alleanza gialloverde che sta portando il Paese allo sfracello.

Abbiamo ritrovato il nostro popolo e la direzione scelta è chiara. Un grande augurio va, quindi, a Nicola Zingaretti, sotto la cui guida il PD dovrà recuperare il terreno perduto, seguendo una linea inclusiva e di apertura alla società civile. Un doveroso omaggio a Maurizio Martina e Roberto Giachetti per avere partecipato alla consultazione e avere animato un dibattito costruttivo, con toni mai sopra le righe.

Proprio questa esperienza dovrà costituire un impulso, tanto nella dimensione nazionale quanto in quelle regionale e locale, affinché il dialogo e un maggiore confronto tra tutte le parti siano costanti e l’unità – già invocata da Zingaretti in queste ore – diventi un punto di forza per tutto il Centrosinistra.”