[stream provider=video flv=x:/www.messinaweb.tv/wp-content/uploads/2010/10/consigli.flv img=x:/www.messinaweb.tv/wp-content/uploads/2010/10/quero.jpg embed=true share=true width=480 height=320 dock=true controlbar=over bandwidth=high autostart=false /]

Ieri, venerdì 29 ottobre alle ore 15 nell’aula consiliare di Palazzo Zanca si è tenuto un consiglio straordinario congiunto delle 6 Circoscrizioni cittadine convocato su iniziativa della conferenza dei Presidenti cittadina, dove si è discusso dell’attuazione e del rilancio del decentramento e a cui hanno partecipato il Sindaco e il Vicesindaco, e i Deputati Regionali Beninati, Panarello e Rinaldi, alcuni consiglieri comunali, tra cui il Presidente del Consiglio.

Questa iniziativa anche alla luce della bozza del dpef regionale 2011-13, che qualora si tramutasse in legge, vedrebbe svilire il ruolo dei consiglieri circoscrizionali nella nostra città, così come a Catania e a Palermo, e allo stato attuale, dal prossimo mandato elettorale, i Consigli di Circoscrizione sarebbero addirittura abrogati.

I Presidenti hanno consegnato un documento ai Deputati e al Sindaco chiedendo un loro impegno politico concreto e sostanziale affinché si proceda alla revisione delle norme previste nel DPEF regionale  2011 – 2013 ed inoltre l’avvio dell’iter legislativo per l’istituzione e l’attuazione dello status di “città metropolitana” per Catania, Messina e Palermo. Nel documento sono state  formulate alcune proposte concrete, al fine di rivisitare tutta la normativa relativa al decentramento amministrativo, prevedendo una razionalizzazione della materia sulla base di alcuni principi, quali l’elezione diretta del Presidente del Consiglio circoscrizionale, la composizione dei Consigli circoscrizionali proporzionale alla popolazione, una soglia di limite massimo per gli oneri riflessi, la previsione di uniformi metodi di esecutività delle deliberazioni dei Consigli circoscrizionali sulla base di risorse  finanziarie, personali  e tecniche proprie dei Consigli – attraverso la formulazione di un bilancio circoscrizionale e soprattutto un’ulteriore attribuzione di competenze alle Circoscrizioni, specificamente in tema di manutenzioni stradali, impianti, arredo urbano e verde pubblico.

Tutti i deputati intervenuti, compreso il sindaco, hanno manifestato la volontà comune, al di là degli schieramenti, di rilanciare il decentramento amministrativo, che in una città come la nostra potrebbe soltanto migliorare i servizi sulla base, perseguendo l’efficienza e l’economicità, condividendo per intero il documento loro consegnato.

I Presidenti ed i consiglieri hanno sottolineato che sin dall’insediamento di questo mandato nel 2008 sono state intavolate proposte alla Giunta comunale per far sì che i quartieri siano dotati degli strumenti tecnici, amministrativi e finanziari necessari.

Inoltre è stato comunicato che i consigli di circoscrizione delle città di Messina, Catania e Palermo stanno condividendo un percorso politico comune, scaturito da alcuni incontri del Coordinamento dei Pres. E dei Cons. regionale istituito nell’agosto scorso con il Governatore Lombardo e l’Assessore alle Autonomie locali Chinnici, il cui frutto è il documento allegato al presente comunicato.