“l’OrSA   ferrovie-navigazione   e   la   rsu   numero   18   (personale   navigante   rfi)   esprimono solidarietà e sostengono la lotta dei lavoratori blu jet.

Lo sciopero odierno dei lavoratori Blu Jet, che effettuano il traghettamento veloce nello Stretto di Messina, è un atto di lotta contro il libertinaggio aziendale generalizzato che ormai ha inquinato anche il servizio pubblico essenziale. Ferrovie dello Stato negli anni è stata artatamente sezionata in decine di società, una sorta  di  sottomultipli  della  Holding  madre,  ove  convivono  realtà  lavorative  in  conclamato  dumping contrattuale, lavoratori che svolgono lo stesso servizio hanno trattamenti economi differenziati e importanti disparità si registrano anche in tema di diritti e tutele.

Il caso del traghettamento ferroviario nello Stretto di Messina è emblematico, dirigenze ferroviarie e Governi nazionali di ogni colore che si sono succeduti, hanno depotenziato il servizio fino a ridurlo ai minimi termini, i tentativi di abbassare i costi a discapito dell’efficienza, della sicurezza e dei salari hanno scritto la recente storia dell’impianto navigazione ferroviario di Messina, un tempo fiore all’occhiello della Sicilia.

I lavoratori della Blu Jet, attualmente inquadrati con il CCNL dei marittimi, rivendicano l’applicazione del contratto nazionale del comparto ferroviario e ne hanno pieno diritto!!! Effettuano un servizio che rientra nelle attività Ferroviarie esattamente come i lavoratori di Rfi impiegati nel traghettamento ferroviario tradizionale.

Far convivere due differenti Contratti di lavoro all’interno dello stesso comparto, è la solita corsa al risparmio riservata  alle  ferrovie  meridionali  che  presto  potrebbe  sconfinare  nell’applicazione  generale  del  CCNL Marittimi  e  nel  conseguente  livellamento  a  ribasso  di  salari,  diritti  e  tutele  per  tutto  il  settore  del traghettamento ferroviario.

I Ferrovieri Marittimi di RFI lottano da anni per il mantenimento del contratto Ferroviario e si sono opposti con forza contro ogni proposta di trasformazione. Oggi sostengono la legittima rivendicazione dei colleghi impiegati nella flotta Blu Jet e auspicano un fronte di lotta solidale e unitario.”

De Domenico interroga il governo regionale

Franco De Domenico

Questa sostanziale disparità di trattamento nell’ambito della galassia delle società facenti parte del gruppo Fs e operanti sullo Stretto non può più essere tollerata, in quanto si tratta di un settore che, anche se opera sotto veste giuridica privata, è sostanzialmente un soggetto pubblico”. Così il deputato all’Ars in quota Pd Franco De Domenico, intervenendo sulle disparità di trattamento dei lavoratori che operano nell’ambito del servizio di collegamento veloce sullo Stretto di Messina. In tal senso, De Domenico ha indirizzato un’interrogazione parlamentare all’assessore regionale alle Infrastrutture e alla Mobilità Marco Falcone, affinché quest’ultimo assuma un ruolo di coordinamento e vigilanza sul servizio di collegamento veloce sullo Stretto di Messina.