“Dodici chilometri di tangenziale agli utenti per lo più lavoratori e residenti dei villaggi della IV circoscrizione, costano 1 euro e 20 centesimi”

“i senatori Idv Alessandra Bencini, Francesco Molinari e Maurizio Romani annunciano un’ interrogazione “sulla situazione surreale che riguarda il pedaggio autostradale deliberando tratto tangenziale tra Messina e Ortoliuzzo

Il pedaggio della tangenziale di Napoli sarà argomento di discussione per la Commissione Europea: l’europarlamentare di Forza Italia, Elisabetta Gardini, ha presentato un’interrogazione al commissario per la concorrenza Vestager.
“Un’anomalia – spiega il comunicato – che non si ritrova in Europa dove tutti gli anelli intorno alle città non hanno pedaggio.”
D’accordo sull’interrogazione – così una nota di Salvatore Mammola membro dell’esecutivo nazionale e segretario di Messina dell’ Italia dei Valori – ma vorrei far sapere ad Elisabetta Gardini che Napoli non è l’unica città in Europa, in Sicilia c’è Messina che da anni subisce questa ”anomalia”.

“Dodici chilometri di tangenziale agli utenti – continua il segretario dell’ Italia dei Valori – per lo più lavoratori e residenti dei villaggi della IV circoscrizione, costano 1 euro e 20 centesimi, un abuso che fa sborsare ai messinesi che li percorrono circa 3 milioni di euro l’anno. Quest’abuso perpetrato da anni mi è stato riconosciuto anche dall’allora presidente del Cas, Patrizia Valenti in un incontro con una delegazione dell’Italia dei Valori e successivamente dal sindaco di Messina e deputato regionale Buzzanca”.

Salvatore Mammola che da quasi 10 anni porta avanti questa battaglia si è rivolto al Ministro dei trasporti e delle infrastrutture Altero Matteoli del governo Berlusconi ed al ministro messinese Gianpiero D’Alia del governo Letta per chiedere l’abolizione in breve tempo del pedaggio abusivo. Mammola era riuscito a convincere anche il sindaco Buzzanca e la sua giunta della quale il suo partito faceva parte con un vice sindaco e tre assessori, ha chiesto la soppressione del suddetto pedaggio autostradale deliberando l’avvio di iniziative stragiudiziali perché ne venisse riconosciuta l’illegittimità.

“Anche il Sindaco Accorinti – conclude Salvatore Mammola – durante la campagna elettore su mia proposta si era impegnato con i cittadini di occuparsi dell’ anomalia “pedaggio abusivo di Ortoliuzzo”, ma in tre anni di sindacatura nulla è stato fatto, per questo i senatori Idv Alessandra Bencini, Francesco Molinari e Maurizio Romani annunciano un’interrogazione al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti a cui chiedono chiarimenti “sulla situazione surreale che riguarda il pedaggio autostradale deliberando tratto tangenziale tra Messina e Ortoliuzzo”