I consiglieri comunali Russo ed Interdonato (Vice presidente vicario) assieme consiglieri della quinta circoscrizione Laimo, Picciotto e Di Gregorio, si palesano contrari alla chiusura dell’importante centro servizi di via Cile Ubicato in una zona strategica ( a pochi passi dal tram), e che ha visto l’affluenza fino al giorno della chiusura, di tutta la cittadinanza della zona nord.

Gli stessi consiglieri interrogano il Sindaco On. De Luca sulla non poco discussa chiusura del centro.

Intanto i cittadini si mobilitano e sono pronti a manifestare.

Nella loro interrogazione viene evidenziata l’anomalia di aver appreso da organi di stampa, della prossima chiusura del Centro servizi V Circoscrizione, sito in Via Cile e che tale ventilata chiusura non sia stata dibattuta né nella competente Commissione Consiliare, né in Consiglio Comunale.

I Consiglieri sottolineano che:

“Tale centro ha un costo per la casse comunali irrisorio, in considerazione del fatto che il Comune paga ad IACP un canone ricognitorio inferiore  ad € 3.000,00 annuo.

La motivazione di chiusura della struttura imputabile ad una agibilità dei locali, non è sostenibile, in quanto la manutenzione straordinaria compete al proprietario dell’immobile, ovvero ad IACP.

Il bacino di utenza, comprensivo di aree risanamento, ed i servizi a pagamento degli utenti, sono sovrabbondanti rispetto ai costi sostenuti dal Comune e che si offre alla cittadinanza un punto di riferimento nevralgico tra le sedi decentrate di Villa Lina e Ganzirri. “