I Consiglieri comunali PD, Antonella Russo e Felice Calabrò, hanno assunto l’iniziativa di proporre un nuovo “Regolamento per i mercati alimentari cittadini”.
La proposta, da sottoporre al Consiglio comunale, è stata presentata questa mattina in una conferenza stampa cui hanno preso parte l’ex consigliere Ticonosco, rappresentati degli operatori e delle principali confederazioni dei commercianti.

Va dato merito ai due consiglieri di aver scelto la strada “delle piccole cose concrete” (che per la verità piccole non sono) ma che incidono sia sulla struttura e vivibilità della città che sul benessere dei cittadini e degli operatori, affrontando problemi reali, di ogni giorno, che si possono realizzare con spesa minima rinunciando alla moda imperante dei “grandi sogni e vuote promesse”.

Se un appunto ci sentiamo di fare, per contribuire alla necessaria discussione che dovrà coinvolgere anche le Circoscrizioni, è quello di essersi soffermati solo all’esistente e non aver immaginato ad esempio l’obbligo  per l’Amministrazione a realizzare medie o grandi aree mercatali anche in rapporto alla superfice della città ed alla densità della popolazione.

Secondo la vecchia logica sin qui seguita, infatti, le aree mercatali sono concentrate tutte nel centro città ed un po’ verso sud, lasciando completamente scoperta Messina Nord che negli ultimi anni  ha registrato il massimo dello sviluppo.
Non a caso li si registra un fiorire di supermercati ed un ambulantato (anche non regolamentato) che fa male agli operatori corretti, alla viabilità ed a una positiva immagine di una città che anche nel turismo può trovare ragion d’essere e sviluppo.