Il dado è tratto: la scelta di lasciare in questo momento il governo della Regione è di fatto una scelta obbligata in quanto abbiamo da sempre chiesto al governatore Crocetta ed alla maggioranza che lo sostiene una linea politica ed un programma, ma invece ci siamo imbattuti in una sorta di “labirinto”, fatto di trattative ed incastri politici che hanno determinato la situazione di stallo fino a ieri ci trovavamo.

Giuseppe Picciolo

Giuseppe Picciolo

I messaggi di solidarietà, pervenuti in queste ore ai nostri deputati di Sicilia Futura, ci portano ad asserire che questa scelta sofferta di uscire dal Governo regionale è quella più giusta per provare a favorire il ritorno della politica con la “P” maiuscola.

Noi eravamo il bersaglio mobile e questa crisi mirata “al buio” lo ha dimostrato in toto con evidenza di fatti.
Al Presidente della regione, al Pd (oggi nostro riferimento) ed ai nostri amici di Partito giunga l’ultimo appello a fermarsi e riflettere prima poter scivolare in una sorta di limbo rischiando di interrompere un dialogo e un percorso di lavoro fattivo di cui si può avvantaggiare solo la Sicilia e i
siciliani”.
Lo afferma Giuseppe Picciolo, capogruppo del Pdr-Sicilia

Futura all’Ars.