Domenica 17 Marzo dalle ore 09.00 alle ore 12.00 davanti lo spazio antistante la chiesa di Sperone, si terrà una raccolta firme a sostegno del progetto RecuperiAMOSperone.

Massimo Costanzo

La petizione avviata dall’Associazione Progetto Sperone, presieduto da Massimo Costanzo, e la parrocchia di Sperone,  rappresenta la volontà della comunità, di concerto con l’attuale Amministrazione, di  concludere un iter iniziato nel 2016 e cioè   di realizzare quanto previsto nella proposta progettuale.
Nello specifico si  tratta del primo parco urbano della zona Nord che comprenderà: area giochi per bambini, area pic nic e area relax il tutto dentro una cornice che vedrà la piantumazione di alberi e la realizzazione di sentieri.

 

L’area  è di proprietà della Città Metropolitana ma,  visto il forte impatto della proposta progettuale, con decreto n° 99 del 20 Aprile 2018 ha decretato il comodato d’uso gratuito al Comune.
“RecuperiAMOSperone” idea  già sottoscritta dalle  Associazioni: Parrocchia di Sperone –  Progetto Sperone – Pro Loco Capo Peloro – Voras Zancle Sperone – Rugby Messina e la Biotech Home Lab che ha realizzato a titolo gratuito il progetto presentato ai cittadini il 09 Gennaio 2017 nella chiesetta dei Miracoli di Sperone, prevede la riqualificazione dell’intera area sopra la chiesetta.

 

I firmatari chiedono di predisporre al più presto  gli atti necessari utili  all’esecuzione del progetto e in particolare di realizzare intanto con i fondi disponibili, nella  prima parte dell’area accanto la chiesetta dei Miracoli, il “parco urbano” che verrà  interamente finanziata dalla SNAM con i fondi previsti per le opere compensative ambientali regolamentati  dalla legge Marzano del 2004.