Si è svolta stamattina nella Sala Commissioni del Comune di Messina la conferenza stampa di presentazione della delibera sul regionalismo differenziato.

Come precisato dal consigliere Alessandro Russo è importante intervenire su questo argomento che nei mesi prossimi avrà ripercussioni importanti anche a livello nazionale.
La delibera recante ” Impegno ad assumere azioni conseguenti allo schema di regionalismo differenziato” mira ad una attenta analisi dei potenziali danni che l’attuazione della riforma del regionalismo differenziato in violazione dei principi costituzionali, potrebbe comportare nei confronti del Comune di Messina demandando al Sindaco di intraprendere tutte le azioni politiche e legali atte a tutelare l’Ente da tali danni, sollecitando altresì l’intervento di ANCI e della Regione Sicilia.

In altri termini appare , ha aggiunto, opportuno e necessario che il disegno di riforma non debba penalizzare gli enti locali che si trovano in condizioni di capacità fiscale e reddituale minori rispetto agli altri contesti urbani nazionali rischiando di cristallizzare ed acuire le già significative diseguaglianze sul territorio nazionale .

Tra gli altri interventi si registrano quelli di Felice Calabrò che ha posto l’accento sulla necessità che sia il Presidente della Regione che tutti i Sindaci si interroghino su questa problematica; Gaetano Gennaro che richiede l’intervento dell’Anci ed un suo ruolo per i comuni più svantaggiati dalla sperequazione economica; Massimo Rizzo che adducendo esempi pratici ha evidenziato la portata negativa di questa legge che mira a frazionare sempre di più il nostro Paese.