Il TAR boccia la giunta comunale di Favara per violazione dello Statuto sulla quota rosa
Il Tribunale Amministrativo Regionale (TAR) ha accolto il ricorso del PdL contro la giunta comunale di Favara (in Provincia di Agrigento) per violazione dello Statuto comunale che prevede in giunta la presenza femminile non inferiore al 20%.

il sindaco di Favara Domenico RusselloDal 31 maggio del 2007 Domenico Russello, 45 anni avvocato Cassazionista, è Sindaco della città di Favara. Dall’estate 2005 Russello è rappresentante della locale sezione dell’Unione Cattolici Italiani.
Politicamente vicino alle posizioni di Forza Italia, nel 2000 ha costituito il movimento politico culturale denominato “Città Nuova”.

“La sentenza  del TAR  che ha deciso di azzerare la giunta del comune di Favara   per il mancato rispetto delle norme inserite nello Statuto, in  tema di pari opportunità, è certamente di grande rilievo”.
Lo dice la parlamentare regionale del Partito Democratico, Concetta Raia.

“La mancanza di rappresentanza femminile all’interno delle giunte locali – continua l’onorevole Raia –  non può essere ulteriormente tollerata. Non è pensabile che la politica diventi lo specchio di un universo interamente maschile. Le donne hanno certamente molto da dire e grandi capacità che non possono essere  sprecate se non addirittura ignorate.  Mi pare troppo scontata – prosegue –   la difesa del sindaco di Favara  che colpevolizza i partiti rei di non aver dato indicazioni in tal senso. Se è vero che  le formazioni politiche non vogliono tenere in considerazione l’altra metà del cielo, è pur vero che il primo cittadino  ha il potere di prendere decisioni  nel rispetto dello Statuto e della parità tra i sessi.  Lo Statuto deve essere rispettato,  quanto accaduto deve essere un input affinché anche le altre amministrazioni possano  agire nel rispetto delle pari opportunità”.