Massimo Costanzo, consigliere della VI circoscrizione, non ci sta e sollecita chiarimenti dal Sindaco ed dall’Assessore De Cola in merito all’utilizzo dei fondi TASI 2016 destinati alle circoscrizioni, ed in particolare € 156.000,00 destinati alla VI circoscrizione.

Costanzo prende le distanze sulle modalità di valutazione che il consiglio della circoscrizione ha adottato sugli interventi da effettuare.

Premesso che in una recente nota (VEDI) Massimo Costanzo ha presentato un sua proposta ampiamente documentata, riportiamo la sua nota odierna.

“Il consiglio della VI circoscrizione, che non ha trattato nessuna nota in commissione lavori pubblici, ma direttamente nell’unica seduta di consiglio giorno 11/11/2016 non ha, a mio avviso, osservato quelle che erano le disposizioni riportate nella nota a firma dell’Ing. Amato prot. 281541 del 27/10/2016. In particolare la nota precisava che era opportuno individuare gli interventi assegnando un ordine di priorità, in modo che l’Ufficio Tecnico Comunale inserisse in perizia gli interventi secondo l’ordine di priorità proposto dal consiglio e fino alla concorrenza della somma spettante. Un consigliere ha dichiarato a verbale “Non essendo un tecnico darò una valutazione politica ad ogni singola proposta.”

Affermazione gravissima sia per quanto riguarda ciò che la nota di cui sopra riportava, grave anche perché non si possono gestire soldi pubblici con una valutazione solo politica e senza tener conto delle reali esigenze di tutto il territorio. Le proposte presentate dal sottoscritto, che sono state inviate per conoscenza anche al Dipartimento Lavori Pubblici, sono dieci tutte correlate di foto ma che sono state tutte bocciate dalla maggioranza dei presenti con la sola valutazione politica. Nessuna foto è stata visionata, nessuna valutazione obiettiva. Alla luce di quanto detto, questo sistema non è accettabile e chiedo che la delibera che il consiglio della VI circoscrizione ha esitato, venga rivista alla luce anche di tutte le proposte che sono state bocciate. Chiedo inoltre che l’ufficio tecnico si esprima sulla documentazione ricevuta che è corredata di foto non lasciando ad un consiglio di circoscrizione, espressione del territorio, di fare una valutazione sola politica.”