Dopo le due giornate di riposo concesse da mister Cazzarò e dopo l’amichevole contro la compagine juniores, da ieri pomeriggio la formazione giallorossa è tornata ad allenarsi in vista della prima di campionato che domenica vedrà i peloritani in trasferta a Troina.

Ultimi test, dunque, che consentiranno di fare le valutazioni finali e le scelte tattiche per iniziare nel migliore dei modi la nuova stagione.

E da ieri la squadra potrà usufruire dei gol e dell’esperienza di Claudio Corallo, attaccante classe 1983, in forza all’Alessandria nella scorsa stagione; un rinforzo che dà respiro ad un attacco che nel precampionato ha dovuto fare a meno della presenza di Esposito e di Suma, entrambi fermi ai box. Nato a Borgo San Lorenzo, in provincia di Firenze, la nuova punta arriva nella città dello Stretto dopo aver trascorso un’intera carriera nelle categorie professionistiche. Si tratta, quindi, della sua prima esperienza in Serie D.

Claudio Corallo

Corallo, dopo aver superato le visite mediche di ieri, si aggregherà alla squadra innalzando il livello tecnico del team di Sciotto.

Al tecnico Cazzarò non dispiacerebbe avere a disposizione un organico ancor più competitivo, magari con l’innesto di un centrocampista d’esperienza e di un difensore per puntellare il reparto arretrato.

Ma questa è la settimana del debutto in campionato e l’Acr, archiviata la sconfitta in Coppa Italia contro il Marina di Ragusa, ha tutte le intenzioni di non fallire il primo appuntamento della stagione. Il test in famiglia ha evidenziato un netto miglioramento della condizione fisica della squadra, così come i meccanismi di gioco e le manovre tattiche.

 

Restano da valutare le condizioni di Gianluca Sampietro, sostituito a causa di un fastidio all’adduttore nella partitella contro gli juniores.

Per adesso, in attesa di avere tutta la rosa a disposizione, il tecnico peloritano si coccola Crucitti e Siclari, particolarmente ispirati in fase realizzativa.