Tante sono, infatti, le vittorie ottenute tra le “mura amiche” dalla squadra giallorossa. E’ questo il miglior ruolino di marcia casalingo dell’intero campionato di serie C1, che va ancor di più ad impreziosire la già stupenda stagione che stanno vivendo i ragazzi allenati da Nino Rinaldi. L’ennesimo successo interno è stato ottenuto contro il quotato Melilli, battuto in modo perentorio con il punteggio di 7 a 0. I messinesi hanno disputato una gara stupenda sia dal punto di vista squisitamente tecnico che per intensità caratteriale. Massimo Di Dio autore di una spettacolare “cinquina”.
Atletico VillafrancaL’Atletico Villafranca batte sul rettangolo di gioco della palestra di Montepiselli anche il Melilli e fa tredici. Tante sono, infatti, le vittorie ottenute in casa dalla squadra giallorossa (un solo pari contro lo Sporting Peloro). E’ questo il miglior ruolino di marcia casalingo dell’intero torneo di serie C1, che va ancor di più ad impreziosire la già stupenda stagione che stanno vivendo i ragazzi allenati da Nino Rinaldi. L’ennesimo successo interno è stato ottenuto contro la quotata compagine melillese, battuta in modo perentorio con il punteggio di 7 a 0. I messinesi hanno disputato una gara stupenda, sia dal punto di vista squisitamente tecnico che per intensità caratteriale. Un mix scecherato in modo perfetto, che ha regalato ai presenti giocate di pregevole fattura. Primo tempo a senso unico, con i padroni di casa che segnano tre reti, falliscono un rigore, un tiro libero, centrano un incrocio dei pali ed impegnano – a più riprese – il portiere avversario. Atletico VillafrancaAutori dei tre gol sono Antonello Santamaria, che riscatta, così, il precedente errore dal dischetto, il capitano Massimo Di Dio e Fabio Intedonato, freddo nel trasformare di precisione il secondo tiro libero della giornata. Per i siracusani solo un doppio tentativo di Stenco, ben neutralizzato dall’attento Alfonso Miosi. Non muta il copione dopo l’intervallo, poiché i peloritani continuano a pigiare il piede sull’acceleratore. Da applausi l’azione di Massimo Di Dio che, dopo aver saltato tre avversari, viene steso dall’estremo difensore; lo stesso Di Dio realizza il penalty del poker (4-0). Il nuovo “re dei bomber” (44 gol) non si acquieta e anzi mette il sigillo su altre tre bellissime azioni corali e colpisce un palo.Atletico Villafranca Liberi sbagliati, invece, da Leo Stracuzzi e Stenco. Nel finale, il Melilli non riesce a siglare il “gol della bandiera”, che gli viene negato dai due legni colpiti da Zappulla proprio a pochi minuti dal triplice fischio. Incassata questa nuova importante affermazione, Costantino e compagni potranno ora prepararsi, nel migliore dei modi, per lo scontro al vertice con lo Sporting Peloro, in programma, dopo le due settimane di pausa previste dal calendario, sabato 10 aprile al “PalaRescifinaTAB. ATLETICO VILLAFRANCA – MELILLI  7-0 (3-0)ATLETICO VILLAFRANCA: Miosi, Santamaria, Bruno, Interdonato, Venuto, Di Dio (K), Spadaro, Costantino, Miragliotta, Stracuzzi, Aloisi. All. Nino Rinaldi.
MELILLI: Nicoletti, Lombardo, Failla, Stenco, Tarantola, Zappulla (K), Mazzotta. All. Sebastiano Ranno.